Coprirsi di fango mentre si tenta di completare un percorso di guerra o correre su e giù da ripide salite potrebbe non essere una prospettiva allettante per chiunque, ma le endorfine e il senso di soddisfazione che derivano dagli sport di resistenza, come il ciclismo, la corsa di lunga distanza e lo sci, stanno contribuendo alla diffusione di questi sport. Se soffri di AP può sembrare una sfida rimanere attivo quando il tuo corpo è pieno di dolori, ma alcuni studi hanno scoperto che l’esercizio fisico, combinato a modifiche nella dieta alimentare, può migliorare l’entità e la gravità delle zone psoriasiche,1 perciò allacciati le scarpe e inizia a muoverti!

Cosa mangiare quando ci si allena per un evento di resistenza

Regolare la dieta alimentare prima, durante e dopo un evento sportivo può essere utile per ottimizzare le prestazioni e ridurre al minimo i sintomi della AP, contribuendo a battere il proprio record personale! L’alimentazione è fondamentale per una prestazione eccellente; considerala il carburante di cui il tuo corpo ha bisogno per disporre dell’energia necessaria a tagliare il traguardo e recuperare adeguatamente. Di seguito sono elencati alcuni consigli di alimentazione utili per arricchire la dieta di chi soffre di AP.

Macronutrienti: proteine, carboidrati e lipidi

Le proteine hanno un ruolo importante nella sintesi e nel recupero muscolare, perciò sono una parte fondamentale della dieta di ogni atleta. Cerca di avere delle porzioni da 20-25 g di proteine a ogni pasto nell’arco della giornata, in particolare a colazione. È un’ottima occasione anche per fare il pieno di acidi grassi omega 3, includendo nella dieta cibi come il salmone, le uova arricchite di omega 3, i semi di zucca e i semi di lino. Gli acidi grassi omega 3 sono importanti perché aiutano a ridurre l’infiammazione in tutto l’organismo. Cucina utilizzando grassi che fanno bene al cuore, come l’olio extravergine di oliva, aggiungi delle fette di avocado al toast o arricchisci i cereali o l’insalata con una spolverata di frutta secca e semi per un tocco di antiossidanti.

Alcune persone affette da AP trovano che una dieta vegetariana o vegana contribuisca ad alleviare i loro sintomi, perciò se anche tu la pensi così, includi fonti di proteine di origine vegetale come tofu, fagioli, noci e semi in ogni pasto per soddisfare il fabbisogno di proteine.

I carboidrati sono centrali per le prestazioni durante gli eventi sportivi in quanto assicurano un apporto continuo di energia ai muscoli in azione. Scegli cereali integrali, come l’orzo, il riso integrale, l’avena, la quinoa e la pasta integrale per un'energia prolungata.

Micronutrienti: vitamine, minerali e fitonutrienti

I micronutrienti sono sostanze naturali presenti nella frutta e nella verdura dai colori accessi, nelle noci e nei semi, nelle erbe e nelle spezie. Questi alimenti, protagonisti indiscussi della classica dieta mediterranea, possono potenziare l’apporto di vitamina C, vitamina E e selenio – antiossidanti dimostratisi in grado di alleviare i sintomi dell’infiammazione.

Anche le bacche di rosa canina sono state associate a proprietà antidolorifiche e antinfiammatorie che possono contribuire a ridurre i sintomi della AP (sono anche una ricca fonte di vitamina C). Prova a bere una tisana di rosa canina (la trovi nei negozi di prodotti biologici) invece del tè o del caffè oppure usala sotto forma di polvere come integratore naturale.

Ciliegie e bacche rappresentano altre fonti ricche di antiossidanti che possono contribuire a ridurre l’infiammazione. Le amarene vantano proprietà antinfiammatorie in grado di esercitare effetti protettivi additivi per ridurre il danno e il dolore muscolare associati alla AP. Si è scoperto che anche bere succo di amarena prima e dopo un’attività sportiva di resistenza aiuta ad alleviare il dolore muscolare negli sport di questo tipo. Provalo durante la fase di allenamento per vedere se è un integratore che può esserti di aiuto.

AP e alimentazione il giorno della gara

Prova, prova e riprova! Il modo migliore per seguire un’alimentazione corretta il giorno della gara è provare i cibi che intendi mangiare in occasione dell’evento durante le sessioni di allenamento; sarebbe un peccato dover rinunciare se un nuovo alimento o nuovo integratore non andasse d’accordo con il tuo organismo proprio quel giorno! Ricorda di provare ogni cibo, gel o bevanda sportiva che ti viene offerto all’evento in una situazione di allenamento per vedere se il tuo corpo lo accetta e se puoi mangiarne o berne in quantità sufficienti a garantire il tuo fabbisogno energetico.


Buona fortuna!

 

Questo articolo è stato scritto da Gemma Sampson, collaboratrice regolare di PSAndMe.com, un sito dedicato al supporto dellintera comunità di pazienti affetti da AP.

 

1 http://www.webmd.com/skin-problems-and-treatments/psoriasis/features/exercise-psoriasis

Dalla paura di essere tagliata fuori alla realizzazione: la storia di Lori-Ann

I principi scientifici alla base della AP

Trova supporto

AP and Me non è l’unica fonte da cui trarre buoni consigli su come convivere con l’artrite psoriasica. Sia online che nel mondo sono presenti diverse associazioni benefiche e gruppi di supporto per la AP.

Scopri di più