Quando si torna al lavoro dopo una pausa, si prova quasi sempre quella sensazione di farfalle nello stomaco che si ha il primo giorno di scuola; ma se il rientro avviene dopo aver ricevuto una diagnosi di AP, allora la prospettiva può essere ancora più angosciante del solito. Per questo abbiamo preparato un elenco di consigli per aiutarti ad affrontare meglio il rientro:

  • Parlane: la AP è una malattia cronica ed è probabile che ci saranno dei giorni in cui influenzerà le tue prestazioni. Ciò non significa che tu non possa spaccare il mondo, solo che a volte potrebbe essere necessario prendere le cose con più calma. È importante che i colleghi comprendano gli effetti della AP, perciò discuterne in anticipo e descrivere chiaramente cosa succede durante una riacutizzazione può aiutare a chiarire le aspettative fin dall’inizio. Che si tratti di lavorare da casa o di prendersi qualche giorno di riposo, ascoltare i segnali del tuo corpo e comunicare le tue esigenze ai colleghi può aiutarti a conservare la salute e il buonumore.
  • Evita gli orari di punta: arrivare al lavoro alle 9 significa quasi certamente restare bloccato nel traffico, prendere treni stracolmi di gente o autobus sovraffollati – una situazione non proprio ideale per chi cerca di evitare una riacutizzazione! Un orario di lavoro flessibile (con inizio un’ora prima o un’ora dopo gli orari lavorativi standard) potrebbe garantire spostamenti più veloci e meno stressanti, per affrontare la giornata in modo più calmo e rilassato.
  • Viaggia leggero: zaini e borse si riempiono rapidamente di tutto l’occorrente per la giornata e in breve si ha la sensazione di trascinare un sacco di cemento! Prendere l’abitudine di svuotare la borsa al termine della giornata e di tenere solo le cose indispensabili – come la crema per le mani o le penne – farà in modo che la tua borsa sia più leggera, riducendo il peso e la pressione esercitata su schiena, collo e spalle.
  • Muoviti: sedere tutto il giorno a una scrivania è il modo migliore per avere articolazioni rigide e doloranti – il che non è affatto piacevole. Cerca di alzarti e camminare almeno una volta ogni ora per mantenere le ginocchia in movimento. Esistono anche esercizi semplici e veloci che si possono fare restando seduti; prova a sollevare e abbassare le dita dei piedi tenendo i talloni appoggiati al pavimento e poi fai il contrario, alzando e abbassando i talloni tenendo le dite ferme.1

Cambia abitudini alimentari: una nuova routine è un’ottima occasione per adottare una buona dieta alimentare. Pasti bilanciati a pranzo, ricchi di nutrienti, aiutano a mantenere alti i livelli di energia per tutto il pomeriggio e a rimanere in salute. Ci sono alcune sostanze nutritive, come gli omega 3, che sono state associate a un sollievo dei sintomi della AP2.  Prova la nostra torta all’arancia per uno spuntino delizioso ed efficace anti-sintomi!

 

1 http://www.muscleclinic.co.uk/link-cold-weather-and-muscle-and-joint-pain/
2 https://www.psoriasis.org/advance/fish-oil-does-it-really-help-psoriasis

Tre cose che ho appreso al #ACR16

Manicure perfetta: ecco svelati tutti i segreti!

Trova supporto

AP and Me non è l’unica fonte da cui trarre buoni consigli su come convivere con l’artrite psoriasica. Sia online che nel mondo sono presenti diverse associazioni benefiche e gruppi di supporto per la AP.

Scopri di più